26 Nov 2014

Viaggio in Valtellina


Tra le vette irte dei monti della Lombardia, scopriamo i panorami fantastici e innevati della Valtellina. Lì, nella provincia di Sondrio, in cima all’Italia, si nasconde un luogo incantato e che vi farà sognare.

E’ proprio tra queste montagne che incontriamo la nostra amica Vivanne Pellacani, che ci racconterà, attraverso la sua esperienza e la sua attività, questi bellissimi luoghi.

Vivianne ha 28 anni ed è una scrittrice e fotografa freelance che al momento lavora come Digital Consultant per diverse PMI della provincia di Sondrio: “ Da piccola tenevo spesso un diario in cui amavo spaziare con la fantasia e inventare mondi nuovi, personaggi e storie in grado di farmi sognare. Ho scritto anche diversi racconti brevi, che non ho mai trovato il coraggio di pubblicare. E' stato durante l'università che ho scoperto la mia predisposizione e passione per la scrittura: tra una ricerca giurisprudenziale e l'altra, mi sono resa conto che amavo le parole e la bellezza del loro suono silenzioso sulla carta. Così ho cominciato a prendere sul serio questa mia predisposizione. Ho iniziato a collaborare con giornali e riviste online, ho scritto racconti brevi, frequentato corsi di scrittura creativa, fino a che l'avvocato presso cui svolgevo il mio praticantato legale non mi ha sbattuto fuori dal suo studio, sostenendo che io non scrivevo atti di citazione e memorie, ma racconti gialli.

Ma la sua passione per la scrittura non è la sola; è accompagnata dall’amore per la cucina che condivide sul suo blog: “Mangia, scrivi, sogna racchiude le mie avventure, le mie scoperte e le mie ricette: storie che hanno ispirato, seguito o accompagnato la creazione di ogni singolo piatto e formato a poco a poco la mia vita. Il nome riassume le mie più grandi passioni: assaggiare qualsiasi cosa, mettere per iscritto i miei pensieri e non fermare mai la mente.

Una passione, la sua, che ha origini ben lontane dal nord della Lombardia: “La colpa è di mia madre. Siciliana di nascita, monzese di adozione. Sono cresciuta con i sapori dolci della sua terra, assaggiando un pò di tutto: dai cannoli alla cassate, dai biscotti alle mandorle alla pignolata, imparando a riconoscere i sapori e a combinarli in attimi di puro piacere.

Ma la Valtellina e Sondrio non sono sempre state la sua casa; Milanese di nascita, Vivianne ha girato il mondo per lavoro e studio, da Monza ad Amsterdam, da Washington DC a Londra fino a giungere pochi mesi fa nell’innevata Valtellina, che le dona però i dolci ricordi di quando era più piccola: “ Da bambina andavo sempre a Chiareggio, per poi salire fino ai più alti rifugi di montagna e cenare con polenta e brasato a lume di candela.

Una nuova casa per Vivianne, ma che descrive come un luogo che da sempre le è appartenuto: “Amo svegliarmi la mattina e scorgere sullo sfondo ghiacciai innevati, adoro lavorare in mezzo al verde delle colline e dei vigneti a mezza costa. Mi si illuminano gli occhi all'idea di fare colazione con un pezzo di bisciola - conosciuta anche come "panettone valtellinese" - o pranzare con un panino alla segale e bresaola appena affettata. Fa un pò freddo, ma l'atmosfera è mozzafiato.

Dalle parole di Vivianne capiamo che la Valtellina è anche una terra dalla tradizione agroalimentare ricca e gustosa e vista l’opportunità le abbiamo chiesto di parlarcene: “Qui in Valtellina potete trovare cereali coma la segale e la farina di grano saraceno che non sono molto comuni nel resto del resto del nostro paese. Recentemente, ho scoperto la Torta di grano saraceno, ripiena di marmellata: una torta soffice soffice, ideale anche per chi è intollerante al glutine!

E se siete anche voi pronti a partire per la Valtellina e trascorrere lì le prossime vacanze natalizie o, chissà, quelle estive dell’anno prossimo, vi lasciamo con alcuni consigli che, prima di lasciarci, abbiamo rubato alla nostra Vivianne.

 

Quali sono le tre mete da non perdere in Valtellina?

"La prima è Chiareggio. All'ingresso, subito sulla destra, troverete ad aspettarvi le marmotte, che non vedono l'ora di mangiare a sbafo le vostre carote! Più avanti invece vi consiglio la Tana del Grillo, dove assaggerete la coppa al gelato e frutti di bosco più buona della Valtellina. Sempre in Valmalenco, partendo da San Giuseppe, si può raggiungere il lago Palù, sulle sponde dell'omonimo ghiacciaio, che vi colpirà per la ricchezza di colori, la fauna ittica che lo popola e i boschi di conifere che lo circondano. Da non dimenticare infine il Parco Nazionale dello Stelvio, uno dei più antichi parchi naturali italiani, protetto nel cuore delle Alpi."

 

Quali sono i tre piatti tipici valtellinesi da assaggiare a tutti i costi?

"Come primo, propongo il risotto alle mele. Non lasciatevi intimidire dalla combinazione: è un piatto dal sapore inconsueto, ma unico. A dimostrazione di come i valtellinesi sappiano sfruttare al meglio i loro prodotti - le mele, appunto - in tutte le loro sfaccettature. Come secondo, consiglio gli sciatt, morbide frittelline di grano saraceno, ripiene di formaggio Valtellina Casera fuso, da servire ancora caldi su un letto di morbida cicoria. Come dolce, assolutamente da provare è la cupeta, un tipico dolce al miele di Valtellina, ripieno di biscotti sbriciolati, ostia e noci."

 

Salutiamo e ringraziamo la nostra amica Vivianne con la sempre maggiore consapevolezza che in Italia, esistono interi mondi da scoprire, terre che aspettano solo di essere visitate; e la Valtellina è certamente una di queste.

 

Andrea Foti by KissItaly

(photo via web)


comments powered by Disqus

© KissItaly 2014 - info@kissitaly.com