12 Mar 2014

Le cascate Italiane: una spettacolo da non perdere


Come non rimanere affascinati dalla vista di una cascata, quel punto in cui l'acqua del fiume a causa del dislivello precipita giù da una montagna, da un pendio roccioso, generando quel magnifico effetto di suoni e colori che ci affascina tanto. In questo articolo, descriveremo le cascate più belle d'Italia e andremo a percorrere un itinerario paesaggistico e naturalistico di quelle che a nostro avviso sono le più belle e particolari cascate da visitare. C'è da dire che l'Italia ne ha più di cento e la maggior parte di esse, sono localizzate sull'arco alpino; tuttavia cercheremo di monitorare anche quelle che si trovano al Sud dello Stivale, in modo tale da fornirvi suggerimenti in merito ai luoghi da visitare per poter godere appieno dello spettacolo naturale che le cascate italiane ci regalano. Certamente le nostre cascate non hanno un’altezza paragonabile a quelle Americane, tuttavia possono stupirvi per la loro naturale bellezze.

 

Le cascate al Nord Italia

Tra le cascate più alte del Nord Italia, troviamo nella Val Seriana (provincia di Bergamo), le Cascate del Serio che prendono il nome dall'omonimo fiume che le origina. Questa cascate sono ormai divenute artificiali, per effetto di una diga che le chiude e le apre (in accordo con l'Enel) per 4-5 volte all'anno. Generano 3 diversi salti ad altezze diverse.

La leggenda dell'origine di tali cascate vuole che esse siano nate dalle lacrime di una donna innamorata e fatta prigioniera in quella zona. Non a caso sono le cascate Italiane più alte e seconde in Europa.

Se proviamo a spostarci in provincia di Cuneo nella Val Maira, ammireremo le cascate della Stoppia, poco conosciute, ma non per questo poco attraenti, un sentiero permetterà di giungere ad osservare da vicino la loro bellezza.

Numerose cascate possono essere anche visitate in Alto Adige, tutte di origine naturale; in inverno, per via delle rigide temperature, si ghiacciano, diventando cosi una meta molto ambita dagli scalatori.

 

Le cascate al Centro Italia

Anche questa zona d’Italia offre tantissimo; tanto per citarne una, possiamo visitare la Cascata naturale del Verde (in Abruzzo), alimentata dal Rio Verde che si getta con il suo triplice salto di 200 mt, nel fiume Sangro.

 È possibile ammirarla tutto l'anno.

La provincia di Terni invece ci regala lo stupendo paesaggio della Cascata delle Marmore. 

Il cui nome deriverebbe dalle rocce color del marmo; è una delle più alte d'Europa che si fa ammirare non solo per la bellezza del suo paesaggio ma soprattutto per suoi 3 salti prima di ritornare quieta.

A Tivoli, potrete ancora apprezzare le cascate della Villa Gregoriana, create artificialmente e volute dal Papa Gregorio XVI; oggi sono patrimonio nell'UNESCO.

E infine, spostandoci nella zona del frusinate, al centro della piccola cittadina di Isola Liri, sarete attratti delle Cascate del Liri, che sono fra le pochissime cascate presenti nel centro storico di un paese.

 

Le Cascate al Sud Italia

Le regioni del sud dell'Italia, che solitamente sono caratterizzate e apprezzate per il loro clima e per il mare, si distinguono anche per alcune importanti cascate, fra cui: le Cascate dei Capelli di Venere, che si trovano nel Parco del Cilento (Salerno) e che vengono chiamate così per il particolar modo con cui cade l'acqua, quasi a formare una chioma.

Proseguendo a sud, nel Parco dell'Aspromonte troviamo la Cascata di Salino che sgorga alla fine di un torrente e compie 2 salti da circa 70 mt, prima di tuffarsi a valle, fra gole di rocce ferrose. 

 

 

 

E per finire abbiamo nella zona di Reggio Calabria, la cascata più alta del sud Italia, ovvero la Cascata del Marmarico, che nasce dal fiume Stilaro e che scende giù per circa 90 mt prima di terminare a strapiombo in un piccolo lago. 

FRANCESCO C. by KissItaly


comments powered by Disqus

© KissItaly 2014 - info@kissitaly.com