27 May 2014

Italia sconosciuta


Fuori dai classici itinerari turistici, lontani dal caos e spesso difficili da raggiungere nel Bel Paese è sempre possibile trovare  grandi (piccole) sorprese; luoghi ed esperienze indimenticabili, tesori artistici  o incantevoli rarità naturalistiche capaci di deliziare la vista e lo spirito

 In Italia ci sono centinaia di piccoli borghi che solo negli ultimi anni e grazie al lavoro dei “Borghi più Belli d’Italia” e del Touring Club ( che premia i borghi con le sue bandiere arancioni) iniziano ad essere conosciuti ai più.
Spesso di questi luoghi cerchiamo di parlarne nei nostri itinerari settimanali unendo così la grande città o il luogo d’arte conosciuto ad una piccola rarità da non perdere. Crediamo che solo così è possibile scoprire luoghi come Usseaux (Torino) e i suoi cinque villaggi alpini in Alta Val Chisone che è stato in passato ed è ancora oggi un esempio di realtà agricola e contadina di alta montagna.


Le case in pietra e legno addossate l’una all’altra, le fontane, i lavatoi, i forni per il pane, il vecchio mulino ed i segni ancora evidenti della cultura, della lingua e delle tradizioni dei popoli che nel tempo vi hanno vissuto.

E ancora nei pressi di Bologna è possibile trovare Dozza, un borgo adagiato sulle prime colline che dominano la via Emilia, fra Bologna e Imola, e che con le sue  stradine selciate conduce il visitatore fino alla Rocca - potente, massiccia, eppure ben armonizzata con il resto dell’abitato. Ma Dozza oltre ad essere un incantevole borgo medievale è anche una città d’arte e sede di  una manifestazione storica di pittura sui muri esterni delle case, nata negli anni sessanta. Le opere che gli artisti hanno dipinto a Dozza sono sempre visibili nella galleria a cielo aperto che si snoda lungo le vie del paese.

Nel sud Italia tra una natura incontaminata troviamo due incredibili borghi “fantasma”; il primo, Craco  si trova in Basilicata ed è stata la location per importanti film come “Cristo si è fermato a Eboli”, “Basilicata Coast to Coast” e “ La passione di Cristo”; il borgo è stato abbandonato in seguito ad una frana che ha costretto gli abitanti a trasferirsi a valle e, al contempo, ha donato al paese una surreale atmosfera.


Il secondo borgo fantasma si trova in Calabria; è il paese di Pentedattilo che sorge a ridosso di una piccola montagna a forma di mano (da cui i nome ).

Nei decenni precedenti il paesino era quasi totalmente abbandonato, ma negli ultimi anni le incantevoli casette sono state in parte ripristinate e ogni estate  Pentedattilo è tappa fissa del festival itinerante Paleariza, importante evento della cultura grecanica nel panorama internazionale, e del Pentedattilo Film Festival, festival internazionale di cortometraggi.

 

Un itinerario poco conosciuto, capace di offrirvi splendidi borghi e unici scorci naturali si trova in Lunigiana, regione all’estremo nord della Toscana, racchiusa dall'Appennino, le Alpi Apuane e il Mar Ligure. In questa parte d’Italia è possibile trovare castelli,  borghi medievali, e le  pievi dell'alta Lunigiana. Pontremoli con il suo castello del Piagnaro e il Museo delle Statue Stele, Filattiera con le case torri di Ponticello e la pieve di Sorano, Villafranca in Lunigiana con il castello di Malgrate e il borgo di Filetto. Immersi nella natura è possibile, grazie ai percorsi creati da Terre di Lunigiana, fare trekking in piena sicurezza e scoprire a pieno questi magnifici luoghi

Concludiamo il nostro tour nell’Italia da scoprire con un importante parco regionale: Il Parco del Frignano, nell’alto Appennino modenese, un luogo che ospita  laghi glaciali e castagneti secolari, passando per le praterie sommatali, i boschi di conifere e le rocce arenarie del Monte Cimone; con oltre 15mila ettari di estensione e un territorio che va dai 500 metri sul livello del mare agli oltre 2mila della vetta del Cimone, il monte più alto dell’Appennino Tosco-Emiliano, il Parco del Frignano presenta un ambiente naturalisticamente ricco ed estremamente variegato.

Certo alcuni di voi conoscevano già questi luoghi..altri no ma speriamo di aver mosso in ciascuno di voi l’irresistibile voglia di vedere (o rivedere) questa piccola parte di Italia…sconosciuta.  

 

LUCA L. by kissItaly


comments powered by Disqus

© KissItaly 2014 - info@kissitaly.com