04 Dec 2014

Dolci di Natale: tradizione o sperimentazione?


Con il Natale ormai alle porte, in ogni casa italiana inizia a sentirsi il profumo dei dolci che a dicembre riempiono le nostre tavole e ci donano quel pizzico di felicità colorando l’atmosfera di un lieto clima natalizio.

Ci siamo fatti contagiare anche noi da tutti questi preparativi e abbiamo voluto immergere le mani nella pasta e preparare per voi, amici di KissItaly, due dolci perfetti da gustare a Natale.

Ad aiutarci è la nostra amica Federica Crupi di Reggio Calabria, food blogger e creatrice del seguitissimo blog di pasticceria L’Angolo Dolcissimo. Federica ha ventisei anni ed è laureata in psicologia ma la sua grande passione per la pasticceria la porta sempre tra i fornelli, a cimentarsi in ricette di ogni tipo, motivata da una sua filosofia personale che ci ha subito affascinato: “mi piace seguire la tradizione ma anche sperimentare, d’altronde cucinare è sinonimo anche di fantasia e creatività; in particolare per me è un modo di “dare” e di “amare”.

Un amore anche verso la sua città, Reggio Calabria, che traspare limpido e semplice dalle sue parole: “Se dovessi paragonare la mia città ad una ricetta la paragonerei ad un pasticcino, è si piccolo, ma in un boccone ne assapori il gusto e non smetteresti mai di desiderarne un altro.” Per Federica Reggio Calabria non è solo un luogo dove abitare ma una casa da vivere e scoprire ogni giorno con i suoi angoli di bellezza e anche le sue contraddizioni.

Visita il Diario di Federica su Kissitaly.com!

Ma dopo le presentazioni possiamo passare alle attese ricette! Prestate attenzione però, perché questa sarà una sfida tra tradizione e sperimentazione, in stile Federica Crupi!

 

 PETRALI

I Petrali sono dei dolci tipici della mia città che vengono tradizionalmente fatti nel periodo natalizio.  Sono dei dolci di pasta frolla a forma di mezzaluna ripieni, glassati o no, anche se molte sono le pasticcerie che li producono aperti.

 

Per il ripieno (si fa 3 giorni prima):

1 kg di fichi secchi
400 gr di miele
chiodi di garofano
cannella
600gr di mandorle tostate
aroma mandorla e noce flavourart
800g di noci 
250gr di uva sultanina
marsala q.b.
buccia grattugiata di 2 mandarini


Lavare i fichi, asciugarli e tagliarli a pezzettini con un coltello.  Aggiungere i chiodi di garofano, la cannella, le mandorle tostate, le noci spezzettate, l'uva sultanina precedentemente ammollata, la scorza del mandarino grattugiata e un pò di marsala o vin cotto. Riporre il tutto in un tegame capiente, versare il miele e amalgamare a fuoco lento 5 minuti. 


Per la frolla :

1kg di farina 00
300 gr di zucchero
100 gr burro
4 uova
latte q.b.
1 bustina di lievito per dolci
buccia grattugiata di 1 arancia

Unire gli ingredienti liquidi a quelli secchi e impastare tutto fin quando ottenete un impasto omogeneo.
Stendere su una superficie infarinata l'impasto ottenuto , ricavare dei dischi con l'aiuto di un coppa-pasta e farcirli con un pò di ripieno,  poi chiudere a mezzaluna fissando bene i bordi.
Per  farli aperti basta stendere la frolla, mettere il ripieno e chiudere con la stessa pasta a mo’ di salsicciotto. Tagliare obliquamente. 
Spennellare i petrali con l'uovo, poi mettere sopra gli zuccherini colorati o se preferite lasciateli così (io li faccio misti).

Infornare a 170° in forno già caldo finché si colorano un po’; ci vorranno circa 20 minuti (devono rimanere morbidi). Io li ho cotti nel forno a legna. 
I petrali possono essere glassati con cioccolato fondente o bianco.

 

 

Tortina crudista con frutta secca e annona

L’annona viene coltivata da sempre in alcune aree rurali di Reggio Calabria. All'interno la polpa è biancastra, cerulea, cremosa, con semi molto duri di colore nero. Il frutto è dolce con un sapore che si può associare ad un misto di banana e un sottile accenno all’ananas. Quando maturo e morbido la buccia può essere macchiata e scura. È un frutto molto nutriente, per via dell’altro contenuto di zuccheri e proteine, oltre alle buone dosi di vitamina C, calcio e potassio. 

 

Ingredienti:

2 annone mature

30 gr di frutta secca mista

1 quadrotto di cioccolato fondente

Pistacchi q.b. per guarnire

2 cucchiaini di miele (o sciroppo d’acero)

 

Lavare, sbucciare e pulire l’annona privandola dai noccioli interni.

Tritare la frutta secca grossolanamente e amalgamarla con il miele o lo sciroppo l’acero, fino ad ottenere un composto omogeneo.

Con l’aiuto di un coppa-pasta di 8 cm, posto sopra il piatto da portata, formare la base della tortina, quindi porre la frutta secca e schiacciarla bene con il dorso di un cucchiaino. Riporre in freezer per 10 minuti.

Trascorso il tempo indicato, riprendere la base e coprirla con il frutto precedentemente lavorato con una forchetta per renderlo più cremoso. Riporre nuovamente in freezer per almeno un’ora e qualche minuto prima di servirlo, sformarlo dal coppa-pasta e guarnirlo con cioccolato fondente grattugiato e qualche pistacchio.

 

E dopo aver lavorato ed esserci divertiti tra gli arnesi da cucina con il prezioso aiuto di Federica, possiamo ora goderci i nostri buonissimi dolci. Buon appetito!

 

Andrea Foti by KissItaly

 (Photo by Federica Crupi - L'Angolo Dolcissimo)


comments powered by Disqus

© KissItaly 2014 - info@kissitaly.com